Ultimo aggiornamento alle 22:42
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

dedizione oltre le cure

Ginecos, inaugura il “Punto di ascolto di estetica oncologica” – FOTO E VIDEO

Il progetto nato su iniziativa del Gruppo Citrigno e dell’associazione AliRosa. «Uno spazio gratuito aperto alle donne malate di cancro»

Pubblicato il: 12/07/2023 – 14:13
Ginecos, inaugura il “Punto di ascolto di estetica oncologica” – FOTO E VIDEO

COSENZA La qualità della vita di un paziente malato di cancro migliora anche grazie a trattamenti estetici adeguati, diminuendo lo stress emotivo.
Le terapie oncologiche impiegate per la cura del cancro, uccidono le cellule tumorali, ma producono inevitabilmente effetti secondari su pelle e unghie delle pazienti. Condizioni che compromettono la qualità della vita e le relazioni. Nasce dall’esigenza di sostenere adeguatamente le proprie pazienti, il “Punto di Ascolto di Estetica Oncologica” inaugurato ed operativo all’interno di Ginecos, il nuovo Centro diagnostico e poliambulatorio specialistico aperto a Castrolibero e guidato dal gruppo Citrigno. Il progetto, nato su impulso del presidente del gruppo, l’imprenditore Alfredo Citrigno e da Antonella Ricioppo ideatrice e presidente dell’associazione di volontariato AliRosa, sosterrà le donne operate di tumore al seno proponendo servizi di estetica oncologica. «È importantissimo per noi stare vicino alle pazienti oncologiche, ci rende veramente felici ed orgogliosi», confessa al Corriere della Calabria, Alfredo Citrigno. Che aggiunge: «Lo facciamo gratuitamente, lo facciamo con un grande spirito di solidarietà. Sappiamo quanto può essere importante il ricorso all’estetica oncologica, in tutte le fasi della malattia, garantisce un minimo di sollievo e aumenta il benessere fisico». «Grazie alla collaborazione con l’associazione AliRosa – prosegue – abbiamo l’opportunità di offrire servizi di estetica oncologica rispettando la mission del nostro Gruppo, quella di mettere i pazienti sempre al centro.
E per questo il nostro claim è “dedizione oltre le cure“». «L’obiettivo – conclude Alfredo Citrigno – è di aprire le porte delle nostre strutture al volontariato, alle associazioni come AliRosa».

L’apporto di AliRosa

L’attività solidale consente a coloro che lo desidereranno, di accedere gratuitamente a trattamenti cosmetici ed estetici per ridurre i disagi causati dalla chemioterapia. Ma non solo. Gratuitamente potranno avere il supporto e l’utilizzo di parrucche ed altre soluzioni protesiche per “vivere” al meglio il periodo di cura oncologica. «Questo spazio sarà aperto alle pazienti oncologiche e donerà gratuitamente tutte le consulenze possibili dal punto di vista estetico, cosmetico e per quel che riguarda anche il make up o una eventuale cessione di parrucca», racconta al Corriere della Calabria, Antonella Ricioppo.
«Saremo presenti ogni venerdì mattina, dalle 9 alle 12.30, con un punto d’ascolto, ma anche un ambulatorio operativo per accedere a piccoli trattamenti reidratanti per la pelle o addirittura corsi di trucco», continua la presidente di AliRosa. Che aggiunge: «Riconoscersi allo specchio durante una terapia oncologica è molto complesso. E dunque noi, nel rispetto di un momento così difficile e complicato, cerchiamo di dare il nostro supporto accompagnando le donne durante la terapia, donando loro un momento di leggerezza e un incentivo ad imparare a riconoscere la propria immagine, anche durante la terapia».

(redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x