Ultimo aggiornamento alle 23:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

salute

Stanganelli: «Allarmante il dato sulla rinuncia alle cure. Riscontro positivo al 90% delle segnalazioni»

La garante regionale presenta la prima relazione annuale. Il ministro Schillaci: «Il Governo guarda alla Calabria con grande attenzione»

Pubblicato il: 13/12/2023 – 12:40
di Mariateresa Ripolo
Stanganelli: «Allarmante il dato sulla rinuncia alle cure. Riscontro positivo al 90% delle segnalazioni»

REGGIO CALABRIA «La criticità maggiore, il dato più allarmante è relativo alla rinuncia alle cure per tutte le fasce d’età, specialmente tra gli anziani che rinunciano per lunghi tempi d’attesa nell’accedere alle prestazioni». Lo ha sottolineato la Garante regionale Anna Maria Stanganelli che questa mattina ha presentato nella Sala “Federica Monteleone” del Consiglio Regionale della Calabria la Prima Relazione Annuale del Garante della Salute della Regione Calabria, nel corso della quale ha illustrato le attività svolte da un’autorità insediata per la prima volta in Calabria dopo 14 anni dall’approvazione della legge regionale che l’ha istituita, definendone compiti e funzioni. E’ un riferimento istituzionale importante – ha sottolineato Stanganelli – per il cittadino, le associazioni, il personale medico, a cui segnalare istanze, anomalie di servizi nei confronti del nostro servizio sanitario. Sono state migliaia le segnalazioni prevenute all’ufficio, anziani che segnalavano situazioni di abbandono, pazienti oncologici con difficoltà nell’accedere a determinate prestazioni per lunghi tempi d’attesa, comuni che segnalavano criticità, istituti di pena. In tutti i casi, grazie alla collaborazione preziosa dei commissari straordinari, delle varie Aziende sanitarie e ospedaliere della Regione, dei direttori sanitari, dei presidi, dei distretti e delle unità operative, si è dato riscontro positivo al 90% di queste segnalazioni». Alla presentazione della relazione – alla quale ha partecipato tramite videocollegamento il ministro della Salute Orazio Schillaci – hanno preso parte anche il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso, la vicepresidente della Giunta regionale Giusi Princi e i vertici delle Aziende sanitarie e ospedaliere della Regione Calabria.

Schillaci: «Il Governo guarda alla Calabria con grande attenzione»

Sui dati presentati dalla garante Stanganelli riguardo alle varie problematiche riscontrate il ministro della Salute ha sottolineato che «il Governo guarda alla Calabria con grande attenzione per provvedere laddove necessario con i relativi interventi». Il ministro ha poi parlato dell’investimento «destinato allo sviluppo della medicina e dell’assistenza domiciliare presente nel Pnrr. Le soluzioni strutturali – ha detto – richiedono tempo, ma oggi c’è il massimo sforzo. Il presidente Occhiuto – ha aggiunto – sta lavorando molto per migliorare l’assistenza sanitaria ai cittadini calabresi e con la collaborazione avviata tra istituzioni e cittadini si può arrivare ad avere un impulso nuovo per potenziare la capacità di assistenza del Meridione per migliorare i servizi essenziali».

Carenze strutturali e organizzative, lunghi tempi di attesa e difficoltà con le prenotazioni

In dodici mesi, l’ufficio del garante, ha messo in atto migliaia di interventi, punti di ascolto e di confronto, effettuando, a seguito di segnalazioni, numerosi sopralluoghi nelle strutture sanitarie e molteplici iniziative di sensibilizzazione. «Sono tante le criticità riscontrate, Reggio Calabria il territorio da cui arriva il maggior numero di segnalazioni», ha messo in rilievo Stanganelli, che ha aggiunto: «Si tratta di carenze strutturali, organizzative, difficoltà di accesso a prestazioni e servizi per lunghi tempi di attesa, difficoltà anche nei pronto soccorso affollati, difficoltà anche per rapportarsi con i Cup per le prenotazioni, difficoltà nel tema dei consultori familiari, salute mentale, Le criticità sono tantissime e ritengo che si sia colto il senso di questa figura in modo costruttivo da parte di ogni commissario che sulla base di quel problema poi si prodiga per la sua risoluzione, dico sempre che se si lavora in rete si vince sempre».

Le storie di chi lotta

«Tante poi le storie difficili emerse grazie ai giornali e ai giornalisti», ha sottolineato Stanganelli, che ha conferito al presidente dell’Ordine Guseppe Soluri un riconoscimento proprio per ringraziare tutta la categoria. La garante ha ricordato in particolare la storia di Mariano e della sua famiglia, raccontata sul Corriere della Calabria dal giornalista Emiliano Morrone: «La relazione è stata dedicata al piccolo Mariano che abbiamo definito “capitano dei diritti”, un bimbo di 10 anni con una patologia rara. Oggi conferiamo un riconoscimento al presidente Soluri proprio per ringraziare tutti gli organi di informazione che si sono prodigati per accendere i riflettori su problematiche importanti. Grazie alla stampa si è appreso di questo bambino che non poteva ottenere una sedia a rotelle su misura per lui, l’Asp richiedeva una compartecipazione della spesa molto alta che la famiglia non poteva sostenere e grazie alla collaborazione del commissario dell’Asp di Catanzaro, il generale Battistini, si sono superati tutti i vincoli burocratici e questo bimbo ha potuto avere la sua sedia a rotelle su misura, e oggi sarà qui con noi per celebrare quella che è la sua festa, la festa dei diritti. Ho voluto poi che fosse presente la mamma di Federica Monteleone a cui questa sala è dedicata proprio perché vogliamo ricordare anche tutti quei giovani che sono stati strappati alla vita prematuramente. Dobbiamo impegnarci tutti perché episodi come quello non si verifichino più». (m.ripolo@corrierecal.it)

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x