Ultimo aggiornamento alle 15:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la seduta

Le critiche del centrosinistra su sanità, Por e Ponte: «Non c’è alcun cambio di passo»

Il dibattito in Consiglio regionale sul bilancio. Dall’opposizione coro di contrarietà. La replica di Minenna: «Raggiunti importanti risultati»

Pubblicato il: 22/12/2023 – 17:22
Le critiche del centrosinistra su sanità, Por e Ponte: «Non c’è alcun cambio di passo»

REGGIO CALABRIA Bilancio “ingessato”, mancanza di programmazione anche in riferimento alla gestione dei fondi europei, i dubbi dell’impatto del sostegno economico della Calabria al progetto del Ponte sullo Stretto. Sono queste le critiche avanzate dalle opposizioni di centrosinistra al Bilancio di previsione della Regione nel corso del dibattito in Consiglio regionale. «Raggiunti importanti risultati», replica l’assessore regionale al Bilancio Marcello Minenna.

Il dibattito in Consiglio regionale

Per Amalia Bruni, del Pd, «è necessario fare chiarezza sui fondi europei non iscritti in bilancio 2024. Sul fondo di sviluppo e coesione si registra uno scippo a carico della Calabria e Sicilia per la costruzione del Ponte: altre Regioni non hanno contribuito per le grandi opere, non è avvenuto per il Mose, per la Tav Quanto alla sanità, da due anni si rincorre Azienda Zero senza evidenti progressi e il settore rimane al palo».  Antonio Lo Schiavo, capogruppo del Misto, sostiene che «l’aula dovrebbe discutere sulla contribuzione per la costruzione del Ponte che inciderà dal 10% al 15%. Non è una novità di poco conto, l’opera influirà sulle risorse della regione e i calabresi non sono stati coinvolti per un loro pronunciamento. Serve conoscere la posizioni politiche del Consiglio. Un’idea potrebbe essere un referendum consultivo. Quanto al bilancio, registro la condizione di stallo nella gestione delle società partecipate, il pignoramento ed il contenzioso e l’aumento delle procedure esecutive». Ferdinando Laghi, capogruppo di DeMa, a sua volta esprime «radicale dissenso sul progetto del Ponte perché si tratta di qualcosa che non si farà, funzionalmente inutile e con un grande impatto ambientale». Le risorse andrebbero utilizzate per migliorare la rete di viabilità delle due regioni. Davide Tavernise, del Movimento 5 Stelle, annunciando voto contrario al Bilancio, sottolinea che «le entrate extra bilancio, compresi i fondi comunitari, non vengono spese perché la spesa non è opportunamente programmata. Anche sulla nuova programmazione saranno sottratte somme ai calabresi da destinare ad un’opera, il Ponte, che i calabresi non vogliono. In generale non c’è stato un cambio di rotta».

Lo Schiavo nel suo intervento nell’odierno Consiglio regionale

Le repliche dalla maggioranza

Dai banchi della maggioranza di centrodestra a replicare alle critiche a difendere la manovra è Pasqualina Straface, di Forza Italia, secondo cui «il bilancio segna un punto di partenza, trattandosi del primo bilancio post Covid. L’emergenza ha riconsegnato una nuova struttura del bilancio che subisce contraccolpi negativi, ma la manovra esiste, a differenza di regioni che hanno avuto difficoltà nella stesura del bilancio. Le critiche non sono accoglibili per grande lavoro fatto e i buoni risultati raggiunti, grazie all’azione del presidente Occhiuto, che non possono essere negati. Il Ponte dello Stretto non rappresenterà un sacrificio economico per la Regione». Infine, l’assessore regionale al Bilancio, Marcello Minenna: «Le azioni messe in campo in sede di Conferenza Stato-Regioni hanno consentito il superamento di alcune criticità relative alla capacità di spesa, ottenendo risultati importanti. La fluidità della trattativa col Governo ha suggerito un atteggiamento prudente, che, però, ha consentito la stesura della manovra. Relativamente al Por e ai fondi europei – conclude Minenna – a giugno sono stati acquisiti elementi utili per consentire una programmazione che consentisse la spesa delle risorse ed i risultati non mancheranno». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x