Ultimo aggiornamento alle 22:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

L’annuncio

Asp di Catanzaro, in arrivo altri dieci medici cubani. Cinque per l’ospedale di Lamezia

I nuovi professionisti fanno parte del terzo contingente arrivato in Calabria. I restanti cinque andranno all’ospedale di Soverato

Pubblicato il: 23/02/2024 – 12:57
Asp di Catanzaro, in arrivo altri dieci medici cubani. Cinque per l’ospedale di Lamezia

LAMEZIA TERME Entreranno in servizio il 26 febbraio dieci nuove unità di medici assegnati all’Asp di Catanzaro. I nuovi professionisti, che fanno parte del terzo contingente di medici cubani arrivati in Calabria, si andranno ad aggiungere agli undici già assegnati e presenti nel Presidio Ospedaliero di Lamezia Terme. I dieci medici verranno accolti il 26 febbraio alle ore 9:30 nel presidio Ospedaliero “Giovanni Paolo II”. Dopo l’accoglienza, cinque di loro saranno trasferiti al Presidio Ospedaliero di Soverato. Nello specifico sono stati così suddivisi: cinque nel Presidio di Lamezia Terme, nei reparti di Ortopedia (2), Radiologia (2) e Medicina (1), e i restanti cinque nel Presidio ospedaliero di Soverato nei reparti di Pediatria, Cardiologia, Pronto Soccorso, Medicina e Chirurgia. I nuovi professionisti resteranno in servizio per almeno un anno, tale è infatti la durata del contratto.

Già 11 medici cubani in servizio a Lamezia

Come in precedenza, i 10 medici sono stati assegnati in base alle specialità possedute. Prima di entrare in servizio hanno frequentato un corso in lingua italiana all’Università della Calabria unitamente a periodi di informazione sul servizio sanitario regionale. La loro presenza, scrive l’Asp, «rappresenta un sostegno fondamentale soprattutto per i presidi che continuano a registrare carenza di personale a fronte delle numerose richieste di prestazioni sanitarie da parte di una popolazione sempre più anziana». Nei mesi scorsi erano già arrivati altri professionisti cubani, 11 assegnati al Presidio di Lamezia Terme, di cui 4 in Pronto Soccorso, 2 in Ortopedia, 2 in Cardiologia, 1 in Pediatria, 1 in Chirurgia, 1 in Radiologia; 4 invece al Pronto Soccorso di Soveria Mannelli. Anche nel Presidio di Soverato nei mesi scorsi erano arrivati sette medici cubani. L’inserimento negli organici dei medici cubani rappresenta «un ulteriore potenziamento dei servizi sanitari di strutture ospedaliere che sono punto di riferimento per tutta l’area centrale della Calabria».

Procede il reclutamento dei medici italiani

L’Asp ha così rinforzato tutti i reparti, affiancando agli specialisti altri specialisti che «hanno già dimostrato di essere portatori di competenze importanti che permetteranno di migliorare i servizi e di ridurre i tempi di attesa per gli utenti. I riscontri positivi continui che si rilevano confermano la visione anticipatoria  della Regione Calabria che, grazie agli accordi di cooperazione sottoscritti dal presidente Roberto Occhiuto con il governo caraibico, consentono oggi di avere forza lavoro per colmare le gravi carenze di personale che affliggono tutta la sanità italiana. In parallelo, procede il reclutamento dei medici italiani: la prossima settimana avverranno i colloqui per le assegnazioni della disciplina, cruciale, di emergenza urgenza». 

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x