Ultimo aggiornamento alle 19:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

anno giudiziario

L’invito di Carlino alle istituzioni calabresi: «Eseguire celermente gli interventi del Pnrr» – VIDEO

Il presidente della Corte dei Conti all’inaugurazione dell’anno giudiziario in Calabria: «Regione molto importante, impegnati a tutela dei cittadini»

Pubblicato il: 23/02/2024 – 12:37
L’invito di Carlino alle istituzioni calabresi: «Eseguire celermente gli interventi del Pnrr» – VIDEO

CATANZARO «Non è la prima volta che vengo in Calabria, ho già presenziato al giudizio di parificazione del Rendiconto della Regione l’anno scorso. La Calabria per noi è una regione molto importante, una regione nella quale la Corte dei Conti, con tutte le sue articolazioni di controllo, giurisdizionale e Procura, lavora alacremente a tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini. Quindi per noi è significativo il lavoro che viene svolto in questa sede». Lo ha detto il presidente della Corte dei Conti, Guido Carlino, che ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario della magistratura contabile calabrese a Catanzaro.

L’accompagnamento agli enti locali

Tra le criticità che più di tutte si registrano in Calabria c’è quella dei tanti Comuni in dissesto o predissesto finanziario: «Purtroppo – ha osservato Carlino – questa è una condizione che affligge molti Comuni dell’Italia meridionale, non solo della Calabria ma anche della Campania, della Sicilia. Ovviamente la Corte dei Conti in questo svolge anche un’attività di accompagnamento degli enti locali, nel senso che la nostra sezione del controllo, nel momento in cui esamina le gestioni degli enti locali e dei comuni, fornisce le indicazioni più significative perché determinate situazioni possano essere adeguatamente superate».

Capitolo Pnrr

A livello nazionale un anno fa si registrò un fronte polemico perché, secondo alcuni osservatori, il governo voleva attenuare il controllo della Corte dei Conti sul Pnrr, questa per Carlino è la realtà: «Non solo i controlli ma anche la giurisdizione della Corte dei Conti – ha spiegato il presidente della Corte dei Conti – non può essere attenuata perché ovviamente la Costituzione che ci attribuisce determinate competenze, quindi le competenze costituzionali ovviamente non possono in alcun modo essere toccate. La Corte dei Conti deve necessariamente svolgere il proprio ruolo che è di tutela della pubblica amministrazione, perché ovviamente chi la danneggia, si pone al di fuori dei circuiti istituzionali, quindi è un ruolo che necessariamente deve essere svolto e che non tollera limitazioni». Il tema del bilanciamento tra il controllo della spesa pubblica e la capacità e la rapidità amministrativa, soprattutto per la spesa del Pnrr: «Sì, ovviamente – ha aggiunto Carlino – gli interventi del Pnrr devono essere eseguiti celermente. Devo dire che il governo e non solo il governo, anche le Regioni e i Comuni stanno operando alacremente per portare a termine i programmi che sono stati avviati e in questo ovviamente la Corte dei Conti fa la sua parte perché svolge un’attività di controllo sulla gestione degli interventi del Pnrr ma è essenzialmente un controllo di tipo collaborativo che serve per consentire anche alle amministrazioni di poter eventualmente rimuovere situazioni di criticità individuate appunto nel corso dell’attività gestionale». (c. a.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x