Ultimo aggiornamento alle 19:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’emergenza

Salvini vuole anticipare il piano straordinario idrico. Calabretta: «Così in Calabria si apriranno i cantieri»

La soddisfazione dell’ad di Sorical. «Grazie alla riforma voluta da Occhiuto, siamo in grado di attrarre investimenti»

Pubblicato il: 20/03/2024 – 20:06
Salvini vuole anticipare il piano straordinario idrico. Calabretta: «Così in Calabria si apriranno i cantieri»

Sono 562 le proposte presentate dalle Regioni per interventi in materia idrica per un valore complessivo di 13,5 miliardi. Gli interventi sono 393 per il Centro-Nord e 169 per il Sud, sui cui progetti il Mit sta lavorando sulle verifiche di fattibilità. Le proposte delle Regioni sono raccolte nel Piano nazionale di interventi infrastrutturali e per la sicurezza del settore idrico (Pniissi) presentato oggi a Palazzo Chigi nella Cabina di regia presieduta dal ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, nonché vicepremier Matteo Salvini. Proprio quest’ultimo, in attesa di completare il piano e farlo approvare con l’articolata procedura prevista dalla norma vigente, ha chiesto di anticipare un piano straordinario per l’anno 2024. Ai ministeri presenti Salvini ha chiesto anche di comunicare le risorse disponibili non ancora assegnate e ha condiviso i criteri per scegliere gli interventi da inserire, prendendoli tra quelli presentati al Mit. Il piano straordinario, ha affermato Salvini, verrà presentato entro il mese di aprile alla Cabina di regia, per poi essere approvato entro giugno. Una volta approvati, i progetti selezionati convergeranno nel Dpcm. Riguarderanno l’incremento dei volumi idrici disponibili, il completamento o il potenziamento delle infrastrutture idriche destinate a usi agricoli e civili, opere strategiche come le grandi dighe che da tempo aspettano la realizzazione o la messa in esercizio.
Una accelerazione accolta positivamente dall’amministratore unico della Sorical Cataldo Calabretta (nella foto con Salvini) che ha evidenziato come «la proposta del ministro Salvini di anticipare con un piano straordinario per il 2024 una parte delle 562 proposte presentate dalle Regioni per un valore di 13,5 miliardi per interventi in materia idrica, permetterà alla Calabria di aprire cantieri e soddisfare le esigenze dei cittadini». Calabretta ha spiegato come Sorical oggi sia «una realtà importante nel panorama nazionale, grazie alla riforma voluta dal presidente Occhiuto, è in grado di attrarre investimenti. Per il Piano nazionale di interventi infrastrutturali e per la sicurezza del settore idrico, ha presentato 12 progetti per un valore di 240 milioni di euro. Inoltre ha collaborato con le strutture tecniche della Regione e del Consorzio di Bonifica Tirreno Reggino alla progettazione del completamento della diga sul Metrano. Nel piano – ha concluso Calabretta – sono previsti interventi importanti per rifare i più importanti acquedotti calabresi che, a distanza di oltre 50 anni dalla realizzazione, necessitano di investimenti cospicui». (f.v.)

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x