Ultimo aggiornamento alle 7:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

il “caso”

Comune di Catanzaro, Fiorita: «Dopo le Europee tagliando politico, abbiamo valori non negoziabili»

Il sindaco all’indomani dell’adesione a Fi di Talerico, suo principale alleato a Palazzo De Nobili: «Verifichiamo chi vuole davvero il cambiamento»

Pubblicato il: 16/05/2024 – 18:58
Comune di Catanzaro, Fiorita: «Dopo le Europee tagliando politico, abbiamo valori non negoziabili»

CATANZARO «Noi proseguiamo nella nostra azione che è ricca di passaggi, è ricca di obiettivi, è ricca di impegni ed è finalizzata a realizzare il nostro programma. Io credo che dopo le Europee, un po’ come è avvenuto l’anno scorso, sarà necessario fare un tagliando attento di quella che è la nostra azione amministrativa, anche valutando con molta serenità ma anche con molta determinazione l’operato di tutti gli assessori, i risultati raggiunti, quello che è stato un anno di lavoro». Lo ha detto il sindaco di Catanzaro, Nicola Fiorita, commentando l’adesione a Forza Italia del consigliere regionale Antonello Talerico, suo principale alleato nella Giunta cittadina di centrosinistra. «Come l’anno scorso – ha proseguito Fiorita – accanto a una valutazione di tipo amministrativo ci sarà anche una valutazione di tipo politico, senza pregiudizi ideologici però verificando chi si riconosce nel programma iniziale di questa amministrazione, chi ne condivide il Dna di cambiamento, di discontinuità, di innovazione, di raggiungimento di valori come quello della sostenibilità e della solidarietà, del governo del territorio e chi condivide i nostri valori di fondo, perché è chiaro che i nostri valori di fondo non sono negoziabili».

Il dibattito sulla rigenerazione urbana

Fiorita ha parlato a margine di un incontro organizzato dal Pd, alla presenza del componete della segretaria nazionale Pierfrancesco Majorino, sui temi della rigenerazione urbana e della pianificazione territoriale, ricordando i passi avanti fatti a Catanzaro con il Psc: «Una città più sostenibile – ha rilevato il sindaco del capoluogo – si costruisce con il lavoro e di questo io devo ringraziare ovviamente il nostro vice sindaco, Giusi Iemma, che con grande tenacia sta mandando avanti questo percorso. Costruire una città più sostenibile, più solidale ovviamente rappresenta in qualche modo il portato quasi contiene un po’ tutti i valori di un’amministrazione di centrosinistra. E quindi ovviamente questa è una strada non semplice, ma è la strada che seguiamo, convinti che su questo e sul rafforzamento dei nostri valori, della nostra visione, poi si giocherà molto di quello che saremo in grado di fare».  Sul tema è intervenuto anche il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà: «La nostra città da qualche tempo si è dotata di uno strumento per il cambiamento e la pianificazione urbana sostenibile della città qual è il Psc, uno strumento che mancava alla nostra città da 50 anni, tant’è che si chiamava addirittura con un altro nome, piano regolatore, e che purtroppo ha comportato quella speculazione edilizia degli anni ‘70 che la città ancora oggi paga. Questo strumento invece – ha sostenuto Falcomatà – ci consente di dichiarare la fine del consumo di suolo perché ha consumo di suolo zero e soprattutto ci consente di abbracciare le nuove tecnologie innovative rispetto alla rigenerazione urbana. Uno strumento necessario anche per utilizzare al meglio i finanziamenti della Unione europea».  

L’intervento di Majorino

Per Majorino, che è stato anche europarlamentare, «le elezioni europee sono un’occasione molto importante per il nostro Paese affinché scelga il modo più giusto attraverso il quale stare in Europa, perché abbiamo bisogno di un’Europa utile e giusta al sostegno delle nostre città, dei nostri territori, delle nostre comunità. Oggi sono qui innanzitutto perché c’è un fermento importante sul piano delle politiche riguardanti la casa, l’abitare, le trasformazioni urbane e quindi la qualità e le condizioni di vita dei nostri cittadini da ogni giorno: c’è un’amministrazione comunale che sta facendo scelte utili e incoraggianti. Io – ha aggiunto il dirigente del Pd – credo che noi dobbiamo riuscire a far sì che i nostri Comuni possano utilizzare sempre di più e sempre meglio i fondi europei e le opportunità per lo sviluppo locale. Dobbiamo riuscire a investire tantissimo: l’amministrazione comunale di Catanzaro lo fa, e credo che vada nella direzione giusta, in interventi che fondino molto sul recupero, sulla cosiddetta rigenerazione urbana, che sembra un concetto complicato, ma che poi vuol dire usare bene i nostri territori. In questo quadro l’Europa deve essere utilmente al fianco delle città». (a. c.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x