Ultimo aggiornamento alle 9:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il fatto

Resti di un bambino morto in un naufragio nelle acque di Lamezia, incarico per estrarre il Dna

La Procura di Lamezia Terme ha conferito l’incarico. Il ritrovamento nelle scorse settimane tra il pontile ex Sir e il fiume Amato

Pubblicato il: 27/05/2024 – 17:13
Resti di un bambino morto in un naufragio nelle acque di Lamezia, incarico per estrarre il Dna

LAMEZIA TERME La procura della Repubblica presso il tribunale di Lamezia Terme (Catanzaro) ha conferito incarico professionale per l’estrazione del Dna dai resti di un bimbo trovato morto nelle acque del mar Tirreno antistante l’aeroporto internazionale della città calabrese (fra il pontile ex Sir ed il fiume Amato). Si tratta di un bambino dall’apparente età fra i 6 e gli 8 anni, di nazionalità extracomunitaria, deceduto in seguito ad annegamento. Le indagini sono volte ad appurare quando e dove si è verificato il naufragio, verosimilmente datato nello scorso mese di aprile. Il rinvenimento segue quello di altri tre cadaveri ritrovati fra il 13 ed il 18 aprile scorsi tra Vulcano, Capo Tindari ed al largo di Filicudi, tutti nel Messinese. I resti del bimbo recuperati in Calabria erano già in avanzato stato di decomposizione. Al momento della caduta in acqua il piccolo indossava tre paia di pantaloni, probabilmente per proteggersi dal freddo. Il procedimento pende nella fase preliminare ed a carico di ignoti.

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x