Ultimo aggiornamento alle 10:33
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

verso il voto

Fratoianni: «Costruire l’alternativa a questa pessima destra. Giudizio negativo su Occhiuto»

Il leader di Sinistra Italiana a Catanzaro: «No a questa brutta autonomia differenziata». Il saluto caloroso con il sindaco Fiorita

Pubblicato il: 30/05/2024 – 12:37
Fratoianni: «Costruire l’alternativa a questa pessima destra. Giudizio negativo su Occhiuto»

CATANZARO «Le elezioni europee sono importanti perché servono a dare delle risposte sull’Europa che vogliamo, su questo paese, su questo Mezzogiorno». Lo ha detto il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, a Catanzaro per un tour elettorale in vista delle Europee e delle Amministrative. «Sono elezioni – ha proseguito Fratoianni – che diranno molto anche rispetto ai progetti che in questo paese stanno avanzando, spesso e volentieri non nell’interesse della maggioranza dei cittadini: una su tutti, quella brutta cosa che chiamano con un eufemismo autonomia differenziata, andrebbe chiamata con un altro nome, “Spacca Italia”. Noi siamo in campo perché vogliamo un’Europa coesa, un’Europa unita, in grado di avere un protagonismo in un mondo complicato e terribile come quello che abbiamo davanti. Farlo significa tenere uniti anche i paesi che ne fanno parte, tenere unita l’Italia, tenere unita e coesa questa nazione, nell’interesse di tutti i cittadini e di tutte le cittadine, battere le diseguaglianze che crescono enormemente».

Le candidature calabresi di Avs

Fratoianni si è soffermato poi sul significato delle due candidature all’Europarlamento con Avs nel collegio Sud espressione della Calabria: Mimmo Lucano e Maria Pia Funaro. «La candidatura di Lucano – ha spiegato il segretario di Sinistra Italiana – parla di un’idea dell’Europa, un’idea dell’Europa diversa, come la candidatura di Maria Pia Funaro. Sono candidature che sono di per sé un manifesto politico e un programma. parlano di un modo di intendere la politica che mette al centro gli interessi dei cittadini e delle cittadine, l’interesse generale prima dell’interesse particolare. Dico questo mentre torna ad esplodere la questione morale in questo Paese. Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato l’ennesima marchetta elettorale, questa volta per Forza Italia: hanno fatto quella per la Lega con l’autonomia differenziata, quella per Fratelli d’Italia col premierato, ora la separazione delle carriere, un altro colpo durissimo alla autonomia e all’indipendenza della magistratura, mentre la questione morale torna ad esplodere. Ed esplode di nuovo nel modo peggiore, cioè – ha rilevato Fratoianni – mettendo come sempre davanti l’interesse di qualcuno, di pochi in particolare, rispetto all’interesse generale».

Il tema delle concessioni balneari

L’attualità politica, come il dibattito sulle concessioni balneari che per Fratoianni «si lega al discorso europeo ma si lega soprattutto alla qualità della democrazia. Ieri abbiamo annunciato il deposito di una proposta di legge per garantire che almeno il 70% delle nostre coste sia libero, sia riconsegnato al diritto degli italiani ad andare al mare. Ci sono aree del paese dove questo problema è per fortuna meno sentito, per esempio qui in Calabria, ma ci sono intere aree del paese dove una famiglia normale non può andare al mare con i propri figli, non se lo può permettere. Io trovo questa una violenza in un paese come il nostro che è una penisola che ha migliaia di chilometri di cost, anche se la Meloni con un trucco cerca di allungarli, addirittura, questi chilometri per stare dentro i vincoli europei. Ma non è solo questione di rispetto delle norme: è questione di democrazia e di difesa dei beni comuni. Anche questa – ha sostenuto il leader di Si – è per noi una vicenda centrale. I beni comuni come garanzia per tutti e tutte di poter accedere a diritti, occasioni, possibilità».

Il tema del campo largo del centrosinistra

Il tema del “campo largo” del centrosinistra: «Al netto degli aggettivi – io non mi appassiono alle definizioni largo, giusto, stretto, dritto, rovesciato – mi interessa però che si lavori alla convergenza, alla costruzione di una coalizione capace di offrire un’alternativa ad una pessima destra, perché – ha aggiunto Fratoianni – questo è il punto. La destra su tutti i dossier fondamentali porta indietro il Paese, smantella il reddito di cittadinanza, dice no al salario minimo legale, allunga la catena degli appalti e dei subappalti, colpisce l’istruzione, la sanità pubblica è smontata pezzo a pezzo. Parliamo di questioni decisive per la vita degli uomini e delle donne in carne e ossa. E quindi mandare via la destra e avere un governo di altro segno è una priorità, per questo noi lavoreremo con grande determinazione a costruire una coalizione in grado di farlo. Questo non vuol dire che non abbiamo le nostre idee, anzi, noi siamo anche abituati a dire quello che pensiamo senza troppi giri di parole».

Critiche alla Giunta Occhiuto

Infine, un giudizio sulla Giunta Occhiuto in Calabria, «un giudizio negativo» per Fratoianni che critica un centrodestra «che come quasi in tutte le Regioni dove governa, e purtroppo sono troppe, mette a dura prova la tenuta di alcuni settori fondamentali: uno di questi è la sanità che resta in una condizione inguardabile, non partiva benissimo – va detto – ma non mi sembra che su questo ci sia nessun elemento di discontinuità. Occhiuto nella propria agenda non mette al primo posto le questioni che invece dal nostro punto di vista debbono diventare l’emergenza per la politica: una di queste è il lavoro, la qualità del lavoro, dei suoi diritti, dei salari. Io vorrei che tutti i livelli di governo di questo paese, dal più piccolo Comune al paese, per esempio, stabilissero una volta per tutte che si ha diritto ad avere un salario dignitoso. Di tutto questo – ha concluso il segretario di Sinistra Italiana – non c’è traccia e io penso che si debba invece cambiare strada».

Le presenze

Con Fratoianni tra gli altri il segretario regionale di Sinistra Italiana, Fernando Pignataro, Maria Pia Funaro, ed Enzo Bruno, che ha evidenziato i passi avanti del partito nel territorio catanzarese. A salutare al suo arrivo Fratoianni anche il sindaco Nicola Fiorita, che si è intrattenuto a lungo con il segretario di Si, e il presidente del Consiglio comunale Gianmichele Bosco. (a. cant.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x