Ultimo aggiornamento alle 19:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

i retroscena

I “malumori” politici di Crotone: l’Abramo customer care e l’idillio tra Voce e Occhiuto

Fa discutere l’esclusione degli amministratori crotonesi dal tavolo tecnico. Intanto, il sindaco si avvicina sempre più al governatore

Pubblicato il: 30/05/2024 – 20:12
di Gaetano Megna
I “malumori” politici di Crotone: l’Abramo customer care e l’idillio tra Voce e Occhiuto

CROTONE Malumori a Crotone. Sono due le questioni che stanno creando fibrillazioni e animano il dibattito politico nella città pitagorica. La prima, di maggiore rilevanza, riguarda il mancato invito degli amministratori crotonesi al tavolo tecnico convocato per discutere della vertenza dell’azienda Abramo customer care presso la prefettura di Catanzaro. A Crotone si racconta che la richiesta del tavolo tecnico era stata avanzata a conclusione di una seduta del consiglio comunale appositamente convocato, che si è tenuto nella città pitagorica lo scorso 22 maggio. Anche l’indicazione di convocare presso la prefettura di Catanzaro il tavolo tecnico era stata data dalla massima assise della città pitagorica. Si è indicata la prefettura di Catanzaro perché rappresentativa dell’intera Calabria. Per una strana circostanza la medesima richiesta di convocazione a Catanzaro del tavolo tecnico è stata avanzata dai sindacati. La prefettura di Catanzaro, quindi, ha pensato che trattandosi di una riunione tecnica non dovesse invitare il sindaco Vincenzo Voce, il presidente della Provincia Sergio Ferrari e il presidente del consiglio comunale di Crotone, Mario Megna, che era stati  protagonisti dell’iniziativa che aveva portato alla convocazione della seduta del consiglio comunale. L’esclusione ha provocato comunque qualche mal di pancia che ha lasciato in bocca un retrogusto amaro. Non ci sono dichiarazioni ufficiali, ma fuori dai microfoni si racconta che l‘esclusione non è stata gradita e qualche responsabilità viene assegnata ai sindacati. C’è da dire che il presidente della giunta regionale calabrese, Roberto Occhiuto, si sarebbe impegnato a partecipare ad una nuova seduta de consiglio comunale da convocare nel caso in cui dovessero arrivare buone notizie dalla vertenza in atto. Questo consentirebbe il recupero del protagonismo a coloro che si sono mossi per trovare una soluzione positiva alla vertenza. Al momento, però, le notizie che filtrano sul futuro lavorativo dei giovani dipendenti dell’Ambramo non fanno sperare in una soluzione prossima.

La vicinanza tra Voce e Occhiuto

L’altra questione, che ha generato qualche mal di pancia, è riconducibile al tour elettorale di Francesco Cannizzaro e Giuseppina Pinci. Un tour che ha visto i due candidati incontrare imprenditori, esercenti e l’amministrazione comunale di Crotone. Tra gli imprenditori “visitati” spiccano i nomi di Ciccio Graziani, Gianni Vrenna e ovviamente Sergio Torromino, segretario provinciale di Forza Italia. Questa attività elettorale è stata coordinata dal presidente Ferrari, che da qualche mese ha stretto una ferrea alleanza istituzionale con Voce. A fare da collante tra i due è stato quasi certamente il presidente Occhiuto. L’attenzione che Occhiuto riserva a Voce e alla sua amministrazione non sfugge a nessuno. Tra Occhiuto e Voce, insomma, è scoppiato l’amore politico, dopo un inizio non proprio idilliaco. L’incontro di ieri tra la giunta comunale (c’erano anche consiglieri) e i candidati si è tenuta nella sala Giunta del palazzo comunale e, secondo quanto si racconta, Voce si sarebbe impegnato a dare una mano. Se questo dovesse trovare conferma si ufficializzerebbe il matrimonio tra il sindaco e FI. Già solo l’ipotesi del matrimonio provoca forti mal di pancia all’interno di FI e di Fratelli d’Italia. Non tutti i dirigenti di FI guarderebbero con simpatia il matrimonio con Voce, mentre dirigenti importanti di FdI fanno sapere che questo matrimonio “non s’ha da fare”, perché sono pronti a fare le barricate e  andare in direzioni diverse se mai qualcuno pensasse di aprire le porte del centrodestra al sindaco di Crotone. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x