Ultimo aggiornamento alle 13:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

Sanità Calabria, contabilità sempre "orale" e sempre lacunosa

L’ultimo Tavolo Adduce conferma e registra i ritardi e le mancanze delle aziende, con il solito pluriennale “vulnus” dell’Asp di Reggio, e l’assenza del bilancio della gestione sanitaria accentrata

Pubblicato il: 16/11/2020 – 17:41
Sanità Calabria, contabilità sempre "orale" e sempre lacunosa

CATANZARO Il “vulnus” pluriennale e probabilmente incolmabile dell’Asp di Reggio Calabria, l’assenza del bilancio della Gestione sanitaria accentrata (Gsa), il “vuoto” contabile dell’Asp di Cosenza nel 2018, le relazioni spesso negative dei collegi dei revisori, quando ci sono. La contabilità calabrese continua a essere per buona parte orale e comunque lacunosa, stando a quanto risulta dal verbale dell’ultimo Tavolo Adduce, il tavolo di monitoraggio interministeriale, quello dello scorso 9 e 10 ottobre che ha di fatto segnato la “condanna” anticipata dell’ormai ex commissario Saverio Cotticelli prima dell’imbarazzante esibizione a “Titolo” V di Rai 3. Nella riunione, il cui esito è in pratica la traccia da cui dovrà ripartire il nuovo commissario, il Tavolo e il Comitato Lea hanno passato in rassegna gli adempimenti contabili del 2017, 2018 e 2019, evidenziando le zone dombra della gestione delle aziende ma anche della gestione accentrata, cioè la contabilità relativa al segmento sanità del bilancio regionale.
LO STATO DEGLI ADEMPIMENTI ANNO 2017 E così, con riferimento al 2017, il Tavolo Adduce spiega che dall’istruttoria «emerge che hanno ricevuto parere favorevole dei collegi sindacali i bilanci 2017 dell’Asp di Crotone, dell’Ao di Cosenza e dell’Ao di Reggio Calabria. Ha ricevuto parere favorevole con osservazione del Collegio sindacale il bilancio dell’Asp di Catanzaro. Hanno ricevuto parere non favorevole dei Collegi sindacali i bilanci dell’Asp di Cosenza, dell’Asp di Vibo Valentia, dell’Ao di Catanzaro e dell’Aou “Mater Domini”. Non risultano adottati i bilanci dell’Asp di Reggio Calabria dal 2013 al 2017 e i bilanci della Gsa (la gestione sanitaria accentrata) per gli anni 2015-2017». Tavolo e Comitato – si legge poi nel documento – «rilevano la gravità concernente la mancata adozione dei bilanci 2013-2017 della Asp di Reggio Calabria. Chiedono notizie sulla mancata adozione del bilancio della Gsa con riferimenti agli esercizi 2015, 2016 e 2017. La struttura commissariale riferisce che di norma, il bilancio della Gsa viene adottato contestualmente al consolidato regionale e una volta adottati i bilanci di tutte le aziende sanitarie. Le risultanze contabili della Gsa sono state oggetto di valutazione ai fini della successiva approvazione, tuttavia si attendono le approvazioni dei bilanci dell’Asp di Reggio Calabria. In tale azienda, infatti, vi è una grave carenza nella struttura amministrativa, ancorché siano state da tempo autorizzate assunzioni, che rende più complicato e lungo il procedimento. Per quanto riguarda i pareri non favorevoli dei Collegi sindacali la struttura regionale ha predisposto gli schemi di provvedimenti commissariali, volti a prendere atto dei pareri resi dal Collegio sindacale. Tavolo e Comitato invitano la struttura commissariale a risolvere le criticità rappresentate con i Collegi sindacali, al fine della successiva approvazione dei bilanci da parte della struttura commissariale. La struttura commissariale evidenzia inoltre – prosegue il verbale – che vi sono indagini dell’autorità giudiziaria in corso in alcune aziende sanitarie e che i commissari straordinari non hanno finora potuto incidere efficacemente stante la carenza della struttura amministrativa delle aziende. Tavolo e Comitato restano in ogni caso in attesa dell’adozione dei bilanci della Gsa. Restano in attesa delle iniziative della struttura commissariale volte a superare le criticità presenti, anche in relazione alla struttura amministrativa delle aziende, ai fini dell’adozione dei bilanci consolidati regionali e dell’approvazione di detti bilanci da parte della struttura commissariale».
STATO DEGLI ADEMPIMENTI ANNO 2018 Dai documenti in possesso del Tavolo Adduce «emerge che, per i bilanci 2018, l’adozione dei direttori generali è stata deliberata da tutte le aziende sanitarie esclusa l’Aspdi Cosenza. Hanno ricevuto parere favorevole del Collegio sindacale il bilancio dell’Ao di Reggio Calabria, parere favorevole con osservazioni il bilancio dell’Ao di Cosenza, parere non favorevole i bilanci dell’Ao di Catanzaro e dell’Aou “Mater Domini”. Non risultano pervenute le relazioni dei Collegi sindacali delle restanti aziende. Non risultano adottati i bilanci 2018 dell’Asp di Reggio Calabria e della Gsa. Tavolo e Comitato sul 2018 rilevano il persistere delle criticità sulla Asp di Reggio Calabria oltre che quelle sulla Gsa. Richiamano quanto precedentemente valutato.
STATO DEGLI ADEMPIMENTI ANNO 2019 Per il 2019 – scrive poi il Tavolo Adduce – «risulta l’adozione da parte del direttore generale dell’Ao di Cosenza del bilancio con delibera numero 88 del 29 maggio 2020 e delibera numero 133 del 24 luglio 2020 di rettifica della delibera 88. Si chiedono aggiornamenti. Sulla base di quanto esposto, Tavolo e Comitato rilevano il grave ritardo nell’adozione dei bilanci d’esercizio dell’Asp di Reggio Calabria che non risultano adottati dall’anno 2013. Rilevano altresì la presenza di criticità in ordine alla Gsa, il cui bilancio d’esercizio non risulterebbe adottato dal 2015. Tavolo e Comitato restano in attesa delle iniziative commissariali in merito e restano in attesa di aggiornamenti».
LE CONCLUSIONI Ovviamente negativa la conclusione del Tavolo Adduce, che nel verbale, in estrema sintesi, evidenzia «la gravità concernente la mancata adozione dei bilanci 2013-2017 della Asp di Reggio Calabria» chiedendo «notizie sulla mancata adozione del bilancio della Gestione sanitaria accentrata (Gsa) con riferimento agli esercizi 2015, 2016 e 2017». invitando «la struttura commissariale a risolvere le criticità rappresentate con i Collegi sindacali, al fine della successiva approvazione dei bilanci da parte della struttura commissariale». Il Tavolo infine resta «in attesa delle iniziative della struttura commissariale volte a superare le criticità presenti, anche in relazione alla struttura amministrativa delle aziende, ai fini dell’adozione dei bilanci consolidati regionali e dell’approvazione di detti bilanci da parte della struttura commissariale. Sul 2018 rileva il persistere delle criticità sulla Asp di Reggio Calabria oltre che quelle sulla Gsa. Resta in attesa delle iniziative commissariali in merito e restano in attesa di aggiornamenti». (cant. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb