Ultimo aggiornamento alle 8:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

crisi e ritardi

Il turismo riparte, ma non decolla. Niente stipendio per i lavoratori della Sacal

La società annuncia «ritardi» per i pagamenti di maggio e giugno di circa 280 dipendenti. I sindacati: «C’è bisogno del sistema aeroportuale»

Pubblicato il: 29/06/2021 – 13:35
di Giorgio Curcio
Il turismo riparte, ma non decolla. Niente stipendio per i lavoratori della Sacal

LAMEZIA TERME Turismo e ripartenza in Calabria non fanno rima. Almeno per quanto riguarda il trasporto aereo che sta vivendo, in questa fase, forse il momento peggiore degli ultimi anni. Sulla Sacal, infatti, la società che gestisce gli aeroporti di Crotone e Reggio e quello internazionale di Lamezia Terme, si addensano nubi sempre più minacciose e che offuscano il futuro della stessa società e dei dipendenti e che potrebbero avere ripercussioni anche sul turismo calabrese.

Dipendenti senza stipendio

Con una comunicazione ufficiale trasmessa qualche ora fa, infatti, i lavoratori sono stati informati che il pagamento dello stipendio di questo mese «avverrà con ritardo». E, dal momento che i lavoratori aspettano ancora il corrispettivo di maggio, la situazione rischia di diventare incandescente. Ufficialmente i ritardi sono ascrivibili, secondo la società, «alla pandemia da Covid-19, che ha già costretto la società a ricorrere agli ammortizzatori sociali». Una pessima notizia per i 280 lavoratori della Sacal, già piegati da un drammatico 2020 ma ancora carichi di speranza (nonostante tutto) per il futuro, così come i circa 80 lavoratori stagionali il cui futuro occupazionale in Sacal è quanto mai appeso ad un filo. 

Ripartenza ma senza decollo

Sembra infatti paradossale che la Sacal del presidente De Metrio si ritrovi a fare i conti con una crisi finanziaria tale da non poter corrispondere gli stipendi, proprio ora che la Calabria e tutta l’economia legata al turismo sono pronte alla ripartenza (ma non al decollo) in vista della stagione estiva che, secondo le più rosee previsioni, a luglio e ad agosto dovrebbe far registrare i numeri più importanti. Intanto dagli azionisti pubblici, nessuna risposta: nessun cenno dalla Regione, così come dalla Provincia di Catanzaro e il Comune di Lamezia Terme.

I sindacati: «La Regione dia risposte»

«Nella riunione del 22 giugno – spiega al Corriere della Calabria Giuseppe Larizza segretario generale della Fit Cisl Calabria – la stessa Sacal aveva già annunciato di avere problemi di liquidità. Noi come sindacato avevamo però fatto una richiesta alla Regione Calabria per capire come affrontare questa situazione ma non è arrivata alcuna risposta». «La Sacal – spiegano i sindacati unitari Filt Cgil Fit Cisl Uil UGL – in questo momento di ripartenza deve svolgere un ruolo fondamentale e strategico come attrazione di sviluppo e ripresa. Ora l’economia calabrese ha bisogno del sistema aeroportuale e non ci possiamo permettere un colpo di questo tipo. Nessuno ci ha ancora risposto, sebbene sia già programmato un Cda di Sacal per il prossimo 2 luglio».  Da settimane, intanto, si moltiplicano anche gli appelli del consigliere comunale di Lamezia, Rosario Piccioni: «È una crisi “momentanea” legata al Covid o ci sono ragioni strutturali? C’è uno sbocco positivo o la Sacal sta andando verso il default? Basta silenzi e riunioni segrete. De Metrio e Farabbi dicano ai calabresi come stanno le cose.  E visto “l’amaro mese di luglio” che tanti dipendenti del nostro aeroporto vivranno dopo la comunicazione di ieri, ci auguriamo almeno che il presidente De Metrio e il direttore generale Farabbi abbiano avuto il buon senso di rinunciare anche essi al loro lauto compenso mensile fin quando i lavoratori non riceveranno gli stipendi di maggio e giugno.  Se è un periodo di crisi, dev’essere crisi per tutti altrimenti significa che a pagare saranno solo i lavoratori e le loro famiglie, ai quali esprimo nuovamente tutta la mia solidarietà e il mio sostegno». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb