Ultimo aggiornamento alle 13:39
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Dal nazionale

Vaccinazione completa contro la variante Delta. Le indicazioni dell’Ema

L’Agenzia europea del farmaco invita i cittadini a completare le dosi. «Tutti i vaccini offrono alto livello di protezione»

Pubblicato il: 04/08/2021 – 16:57
Vaccinazione completa contro la variante Delta. Le indicazioni dell’Ema

ROMA «La vaccinazione completa è la chiave per proteggersi da forme gravi di Covid, comprese le malattie causate dalla variante Delta» del coronavirus pandemico.
Per questo, «con la crescente circolazione» di questo mutante di Sars-CoV-2 «nei Paesi dell’Unione europea/Spazio economico europeo (Ue/See)», l’Agenzia europea del farmaco (Ema) e il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) «incoraggiano fortemente coloro che hanno diritto alla vaccinazione, ma non si sono vaccinati, a iniziare e completare il programma di vaccinazione Covid-19 raccomandato in modo tempestivo». È quanto si legge in una nuova nota congiunta di Ema ed Ecdc.

«Qualsiasi vaccino approvato dall’Ue offre alto livello di protezione»

«La vaccinazione completa con uno qualsiasi dei vaccini approvati nell’Unione europea/Spazio economico europeo (Ue/See) offre un alto livello di protezione contro malattie gravi e morte causati da Sars-CoV-2, compresi i casi legati a varianti come la Delta – si sottolinea – Il livello più alto di protezione viene raggiunto dopo che è trascorso un tempo sufficiente (da 7 a 14 giorni) dal giorno dell’ultima dose». E viene precisato come «la vaccinazione è importante» non solo «per proteggere le persone a più alto rischio di malattie gravi e ospedalizzazione», ma anche per «ridurre la diffusione del virus e prevenire l’emergere di nuove varianti di preoccupazione» o Voc.

«Prevengono le malattie gravi»

«I vaccini Covid-19 sono molto efficaci. Tuttavia, finché il virus continuerà a circolare, continueremo a vedere infezioni anche nelle persone vaccinate». Ma «ciò non significa che i vaccini non funzionino», precisa Fergus Sweeney, capo studi clinici e produzione dell’Agenzia europea del farmaco (Ema). «Le persone vaccinate sono protette contro il Covid grave molto meglio rispetto ai non vaccinati – puntualizza Sweeney – e dovremmo tutti sforzarci di essere completamente vaccinati appena ne abbiamo l’occasione».
«Sebbene l’efficacia di tutti i vaccini Covid-19 autorizzati nell’Unione europea/Spazio economico europeo (Ue/See) sia molto elevata, nessun vaccino è efficace al 100% – ricordano Ema ed Ecdc – Ciò significa che è previsto un numero limitato di infezioni da Sars-CoV-2 tra le persone che hanno completato il programma di vaccinazione raccomandato. Tuttavia, quando si verificano tali infezioni, i vaccini possono prevenire in larga misura malattie gravi e ridurre notevolmente il numero di persone che necessitano di ricovero in ospedale per Covid».

«Proseguire anche con le misure anti-Covid»

Quindi «raccomandano la vaccinazione completa contro Covid-19 a tutti i cittadini idonei». E precisano che, «fino a quando più persone non saranno completamente vaccinate, e mentre Sars-CoV-2 si sta ancora diffondendo, tutti dovrebbero attenersi alle normative nazionali e continuare ad adottare misure come indossare le mascherine e rispettare il distanziamento sociale. Anche le persone che hanno ricevuto un programma di vaccinazione completo», ammoniscono gli esperti

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x