Ultimo aggiornamento alle 19:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’intervista

Lavoro, tutte le vertenze irrisolte sul tavolo del futuro sindaco di Cosenza

Tanti i dossier scottanti. Precari, tirocinanti e lavoratori senza futuro attendono risposte e in molti «non ricevono lo stipendio da marzo»

Pubblicato il: 26/08/2021 – 12:59
Lavoro, tutte le vertenze irrisolte sul tavolo del futuro sindaco di Cosenza

COSENZA Il nuovo sindaco di Cosenza sarà chiamato a riprendere e si spera concludere (in tempi brevi) tutte le questioni spinose e ancora irrisolte, a cominciare dalle vertenze sindacali. Tavoli di crisi non hanno, di fatto, permesso di concludere con successo alcune delle situazioni più delicate. Secondo Umberto Calabrone, segretario cosentino della Cgil, la mancata soluzione ad alcune delle vertenze più complicate «ha pregiudicato il corretto funzionamento dei servizi: dal welfare e all’assistenza ai disabili, i lavoratori e le partite iva che si occupano dei servizi sociali non ricevono lo stipendio da aprile e alcuni addirittura da marzo. Un problema che riguarda ovviamente anche i cittadini impossibilitati a godere di servizi necessari e indispensabili».

Umberto-Calabrone
Umberto Calabrone – Segretario Cgil Cosenza

Mobilità e assistenza ai disabili

«La nuova amministrazione – dice Calabrone al Corriere della Calabria – dovrà partire da una nuova stagione di condivisione sociale dei problemi per dare risposte al mondo del lavoro e ai cittadini bisognosi troppo spesso utilizzati come bancomat elettorale. In un comune dove i tributi sono al massimo e i servizi a livelli minimi serve ripartire dal ruolo pubblico nella gestione degli stessi». Tra i dossier scottanti, quello della mobilità. «L’azienda comunale, l’Amaco, vive una drammatica difficoltà finanziaria che mette a rischio oltre 150 famiglie». Secondo Calabrone, medesima attenzione merita «il problema relativo all’assistenza agli anziani e disabili. In questi mesi, soprattutto dall’inizio della pandemia, le associazioni di volontariato si sono sostituite alle istituzioni. Occorrerà, dunque, mettere in campo un’azione collettiva in collaborazione con le aziende sanitarie. I problemi della sanità non possono essere solo utilizzati come mezzo per la propaganda elettorale». E sul welfare: «bisogna utilizzare al meglio le risorse del Pnrr affidandosi ad apparati amministrativi solidi. Siamo in forte ritardo – aggiunge – i progetti che dovranno essere messi in campo sono fermi al palo». Un passaggio – il segretario della Cgil di Cosenza – lo dedica all’impegno che la nuova classe dirigente dovrà assumersi per «dare una reale prospettiva di lavoro a tutti coloro che ancora non hanno certezze sul futuro».

La sicurezza sul lavoro e il pericolo Covid

«Tutti i luoghi di lavoro devono essere sicuri», sottolinea Calabrone. Gli ambienti di lavoro sono costantemente esposti al virus e per questo la vera sfida sarà quella di effettuare una accurata valutazione del rischio e stabilire interventi ad hoc per garantire la tutela del lavoro e dei lavoratori. «Sono stati firmati importanti protocolli nazionali – dice il segretario cosentino della Cgil – chiediamo però che anche sulle vaccinazioni si faccia qualcosa di serio. Rappresentano un punto di partenza nella lotta al Covid ma il ritorno in un luogo di lavoro sicuro deve essere condizione obbligatoria per scongiurare possibili contagi».

I rapporti tra sindacato e primo cittadino

Capita, magari non troppo spesso, che sigle sindacali e sindaci facciano fronte comune per risolvere le vertenze più complesse. Non sempre però si gioca di squadra. «Molte problematiche le abbiamo insieme all’amministrazione Occhiuto», confessa Calabrone che poi precisa: «non c’è stato tuttavia un rapporto di confronto costante». Il segretario chiude con un auspicio: «Mi auguro che il prossimo primo cittadino possa riconoscere e rispettare l’autonomia dei ruoli e riconoscere nelle parti sociali un alleato con cui confrontarsi per il bene dei cittadini, per dare risposta ai loro bisogni».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x