Ultimo aggiornamento alle 22:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

inchiesta hall pass

Non erano “furbetti”. Archiviata la posizione di 14 dipendenti di Calabria Verde

La decisione del gip del Tribunale di Cosenza Pietro Santese. Erano tutti accusati di vari episodi di assenteismo

Pubblicato il: 14/09/2021 – 7:47
di Fabio Benincasa
Non erano “furbetti”. Archiviata la posizione di 14 dipendenti di Calabria Verde

COSENZA Si è concluso con un provvedimento di archiviazione il procedimento scaturito dall’operazione denominata “Hall Pass” (QUI I DETTAGLI) nell’ambito della quale, 14 dipendenti dell’azienda Calabria Verde di Rogliano erano stati raggiunti dall’avviso di garanzia per il reato di truffa aggravata ai danni dello stato. Secondo l’ipotesi degli organi inquirenti, i presunti “furbetti del cartellino”, si sarebbero resi protagonisti di diversi episodi di assenteismo nell’orario di lavoro mediante ripetute uscite non autorizzate anche per mezzo dell’automobile in uso all’azienda. A seguito degli interrogatori e della copiosa produzione documentale scaturente dagli accessi agli atti effettuati dai difensori presso l’Ente, il procedimento è stato archiviato dal Gip Pietro Santese nei confronti di tutti gli indagati. Il Pubblico Ministero, Marialuigia D’Andrea, nonostante l’avviso di conclusione indagini di pochi mesi fa, si è determinata a chiedere l’archiviazione in quanto «nel periodo in contestazione l’Azienda Calabria Verde ha vissuto una fase di riorganizzazione interna dovuta alla fusione tra diversi enti che ha generato disfunzioni organizzative ed, inoltre, dalle acquisizioni in atti è emerso che nell’Ente monitorato era vigente una prassi interna in forza della quale non era previsto il rilascio di specifiche autorizzazioni per i permessi contestati». Con riferimento alle assenze che riguardano il mese di Agosto, «si specifica che in quel periodo era in atto il trasloco dall’archivio dell’Ente dalla sede centrale di Santo Stefano di Rogliano a quella ubicata in Cosenza in via degli Stadi, per cui è evidente, che risultano giustificati gli spostamenti contestati in quell’arco difensivo».

La soddisfazione della difesa

Traspare soddisfazione dal collegio difensivo composto dagli avvocati: Achille Esposito, Gabriele Posteraro, Francesco Muscatello, Marco Facciolla, Cristian Cristiano, Santo Orrico, Emanuela Albo per i quali il provvedimento di archiviazione è «un atto doveroso nei confronti di dipendenti che, mediante la pronta disponibilità a chiarire la propria posizione e una copiosa produzione documentale depositata presso gli Uffici di Procura, hanno sin da subito inteso chiarire che non solo non vi fosse alcuna condotta assenteista ma che, al contrario, vi è sempre stata da parte degli stessi la scrupolosità nel documentare i propri spostamenti per assolvere a ragioni di servizio che risultavano ampiamente documentate da autorizzazioni scritte e spostamenti presso altre sedi di lavoro».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x