Ultimo aggiornamento alle 11:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’incontro

Lupi a Vibo: «C’è bisogno di una Destra moderata». Sulla Calabria: «Basta commissariamenti»

Il leader di “Noi con l’Italia” incontra i dirigenti regionali. Tra questi Pino Galati: «Priorità turismo e investimenti europei»

Pubblicato il: 15/09/2021 – 12:41
Lupi a Vibo: «C’è bisogno di una Destra moderata». Sulla Calabria: «Basta commissariamenti»

VIBO VALENTIA «Puntiamo a dare un grande contributo alla vittoria di Occhiuto ed alla governabilità  della Calabria per rilanciarla con programmi e progetti». Così Maurizio Lupi, leader di “Noi con l’Italia”, all’incontro elettorale tenuto all’Hotel 501 di Vibo Valentia dove ha incontrato i dirigenti locali del movimento. «I sondaggi – aggiunge – ci danno oltre il 5% e ci dicono che la strada è quella giusta». E la strada che porta a un governo stabile di centrodestra, secondo Lupi, è quella di garantire la dovuta trazione centrista nella coalizione: «C’è bisogno di un forte centro, moderato». Linea che si traduce, ad esempio, nel dibattito su vaccini e certificazione verde: «Il Green Pass non è uno strumento di oppressione, ma di libertà. – dice Lupi – “Noi con l’Italia” vuole la riapertura delle scuole con la certezza che i vaccini siano il grande strumento per combattere questa pandemia».
Il leader del movimento dà poi la sua ricetta delle prospettive partendo dall’occupazione: «A Nord come al Sud il grande tema è dare un lavoro dignitoso e non l’assistenzialismo del reddito di cittadinanza. Le imprese vogliono tornare ad essere protagoniste del rilancio economico e tutti devono poter guardare con certezza al futuro. Lo sviluppo imprenditoriale deve valorizzare le risorse di questo territorio attraverso investimenti in infrastrutture e valorizzazione delle eccellenze che non sono solo il turismo, ma anche la filiera industriale, che potrebbe fare invidia a tutta Europa». Sulla sanità l’obiettivo chiaro è quello di superare i commissariamento: «Con Occhiuto abbiamo discusso dei programmi per rilanciare la regione. La cosa più indegna è che la Calabria continui ad essere commissariata. Il presidente dovrà essere commissario per tornare a gestire il rilancio della sanità. Bisogna smetterla di pagare coi soldi dei calabresi la sanità in altri luoghi perché questa “migrazione” è  una cosa indegna. Bisogna tornare a pensare a una politica che si occupi delle persone e non della gestione del potere».

Pino Galati

Tra i presenti anche Pino Galati, approdato tra i dirigenti regionali di “Noi con l’Italia”: «C’è bisogno all’interno del centrodestra di una formazione che rappresenti il centro per renderlo più moderato e più forte».
«C’è la necessità di dare concretezza ad attività come il turismo e monitorare la giusta ripartizione dei fondi europei».
Queste secondo Galati le priorità dell’agenda politica locale e nazionale. «La questione sanità è fondamentale. – aggiunge – Non siamo ancora usciti dalla pandemia, ma bisogna considerare anche la quotidianità ed è necessario che il sistema sanitario calabrese dia una risposta. Nei giorni scorsi, il sottosegretario Costa, del nostro partito, ha annunciato che il nuovo presidente dovrà essere il commissario e questo è fondamentale per organizzare il futuro della vita civile della nostra comunità».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb