Ultimo aggiornamento alle 22:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

contributo

«Tifiamo Frammartino senza complessi. Il Buco oggi in sala»

Attenti al provincialismo. Il nuovo film di Frammartino da oggi è al cinema. In Calabria ha aperto un dibattito fra calabresità e anti calabresità, tutt’altro che banale o inutile. Certo, Michelan…

Pubblicato il: 23/09/2021 – 10:57
di Gioacchino Criaco
«Tifiamo Frammartino senza complessi. Il Buco oggi in sala»

Attenti al provincialismo. Il nuovo film di Frammartino da oggi è al cinema. In Calabria ha aperto un dibattito fra calabresità e anti calabresità, tutt’altro che banale o inutile. Certo, Michelangelo ne riderebbe, non fa i film per questo; nel suo cinema c’è una ricerca strabiliante sul cinema, come farlo, la tecnica, la luce, il buio, l’immagine. Tutto in un’originalità estrema. Che tutto ciò che fa ha gli elementi dell’estremo. C’è una sua idea sul mondo, sull’umanità, la natura, la contrapposizione fra modelli culturali. Il dibattito naturale dovrebbe svilupparsi su questo. E su questo si sviluppa in giro. In Calabria si sviluppa, anche, sulla calabresità. Ci si immaginano le risate se per Sorrentino a Venezia si chiamassero al tifo il presidente, l’assessore alla cultura, la Campania. Ma la Calabria è altro, resta ridicolo il richiamo al presidente, all’assessore. Non lo è il richiamo al sostegno dei calabresi, se la calabresità, concetto che in sé potrebbe dire nulla, la si faccia rientrare nel sentimento di chi stia o si senta ai margini, di tutto, in tutto. Le terre per cui all’appartenenza si associno per lo più negatività. Per le terre che abbiano o comunque vivano complessi di diversità, se non inferiorità. Se la calabresità sia un frammento di un diverso sentire culturale, come modello, che si allarghi al Meridione, ai Sud. Che sia di quella parte del mondo che subisca modelli più forti, trainati da motori economici, modernità varia e modernismi. L’arte è vita se fa discutere, innesca domande, apre vie. In questo senso Frammartino è universale, non calabrese. Lui è nato è cresciuto a Milano. Ma è profondamente calabrese in quel sentire che sia lato, un sentimento vasto di popoli e luoghi in cui la calabresità sia tessera di uno sterminato mosaico che soccombe rispetto a pavimentazioni luccicanti e stra-lucidate. La calabresità è stupida se si fonda su un orgoglio stupido, l’anticalabresità è stupida se è appiattimento ad altri e vincenti modelli. La discussione è utile, la discussione è intelligente. Se ambedue le posizioni abbiano l’obiettivo di superare i complessi che ambiti territoriali e culturali abbiano. La Calabria vive complessi enormi. E il tifo in certi casi non è né banale, né provinciale, né stupido. E tutti, dappertutto si tifa quando ci sia una parte che voglia affermare qualcosa che abbia dentro, se l’affermazione sia necessaria per uscire dall’angolo in cui ci si è fatti cacciare, ci si sia cacciati. Il Buco esce al cinema, ma esce solo in 16 sale, oggi. Dovrebbero e potrebbero aumentare. Ma tutto dipende dal pubblico. Andare al cinema solo perché Frammartino sia calabrese sarebbe sciocco, strapaesano. Andarci perché il suo è “cinema”, non è stupido. Andarci perché dentro c’è un’idea che comunque ha un suo contatto con l’origine del regista non è un fatto negativo. E c’è una “calabresità”, per semplificare, che non è paesanismo, provincialismo, orgoglio stupido; ma rappresenta la necessità di provare a superare i recinti, il bisogno di stringersi intorno a qualcosa di universale che nasca da un frammento e lavori per la ricomposizione non per la continuità nella frammentazione. C’è una “calabresità”, con molte molte virgolette, di cui non ci si deve vergognare, se è rivolta verso un talento indiscusso e indiscutibile. Ma un talento, una magia, una visione culturale che oggi staranno in 16 sale. La calabresità che ci possa spingere ad andare al cinema, che faccia aumentare le sale, non ha nulla di negativo. E tifare Frammartino non è banale.


Il film è oggi distribuito in 16 sale cinematografiche:

2 | Emilia Romagna
1 | Friuli Venezia Giulia
1 | Lazio
1 | Liguria
5 | Lombardia
1 | Marche
1 | Piemonte
1 | Toscana
3 | Veneto

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb