Ultimo aggiornamento alle 22:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il monitoraggio

Sos ambiente, depurazione ma anche rifiuti. «Situazione di particolare gravità in alcuni corpi idrici superficiali»

Nell’ultima ordinanza del presidente della Regione si evidenzia un quadro estremamente preoccupante in molte aree di pertinenza dei corsi d’acqua nella fascia costiera tirrenica

Pubblicato il: 19/06/2022 – 12:29
Sos ambiente, depurazione ma anche rifiuti. «Situazione di particolare gravità in alcuni corpi idrici superficiali»

Depurazione in tilt ma non solo. È un quadro ai limiti dell’emergenza quello che emerge dalle pieghe dell’ordinanza con la quale il presidente della Regione Roberto Occhiuto, nei giorni scorsi, ha di fatto commissariato gli impianti di 14 comuni sulla fascia tirrenica alle prese con gravi criticità gestionali e di funzionamento, affidandone la sovrintendenza al Corap. Il problema è molto più ampio, come si evince dal provvedimento del governatore Occhiuto, nel quale a un certo punto si evidenzia «altresì» che «nel corso di specifiche campagne conoscitive è emersa una situazione di particolare gravità in alcuni corpi idrici superficiali che insistono nell’area costiera oggetto d’indagine, per la presenza di rifiuti abbandonati e dispersi nelle aree di pertinenza dei corsi d’acqua, in grado di recare danno all’ambiente e alla salute umana, nonché di minare lo stato qualitativo delle acque marino-costiere prospicienti la foce». Da qui – rimarca l’ordinanza del presidente della Regione – la necessità di «prevedere misure per la rimozione dei rifiuti dispersi e abbandonati nelle aree di pertinenza dei corpi idrici del tratto di costa oggetto d’indagine, prevedendone altresì la loro corretta gestione attraverso l’avvio a trattamento/smaltimento in idonei impianti, a salvaguardia della salute umana, dell’ambiente e della qualità delle acque marino costiere prospicienti la foce». Tutto questo si aggiunge alla diffusa “maladepurazione” che l’indagine avviata dalla task force inter-istituzionale attivata mesi fa dalla Regione ha riscontrato sulla costa tirrenica nel tratto tra Tortora e Nicotera, con sopralluoghi congiunti con Arpacal e anche forze dell’ordine. «Per gli impianti dei Comuni di San Lucido, Ricadi, Fuscaldo, Pizzo, Tropea, San Nicola Arcella, Belvedere Marittimo, Guardia Piemontese, Sangineto, Belmonte Calabro, Parghelia, Zambrone e Briatico – si legge nell’ordinanza del presidente Occhiuto per come già anticipato dal Corriere della Calabria (leggi qui https://www.corrieredellacalabria.it/2022/06/16/depurazione-occhiuto-commissaria-14-impianti-sul-tirreno-li-gestira-il-corap-elenco/) – è stato accertato il mal funzionamento di sezioni impiantistiche deputate alla depurazione delle acque reflue con la conseguente compromissione del processo di trattamento e con conseguente pericolo per la salute umana e per l’ambiente; per l’impianto di Nocera Terinese, a servizio dei Comuni di Nocera Terinese, Amantea e Belmonte Calabro, attualmente sottoposto a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria, sono state rilevate criticità gestionali foriere di compromissioni per l’ambiente e la salute pubblica». L’ordinanza di Occhiuto rimarca che «l’eccezionale situazione di pericolo per la salute pubblica non è diversamente fronteggiabile se non attraverso l’adozione di misure di carattere straordinario e derogatorio del vigente riparto delle competenze amministrative in materia…»: per questo, «al fine di scongiurare l’insorgenza di situazioni di pericolo per la salute umana e per l’ambiente«, il provvedimento del presidente della Regione Calabria, valido fino al 30 settembre, «ordina al Corap di sovraintendere alle attività gestionali dei soggetti concessionari degli impianti». Domani sul tema della depurazione,d el mare pulito e in generale delle azioni della Regione in tema ambientale qualche particolare in più sarà reso noto dallo stesso Occhiuto in una conferenza stampa alla quale parteciperà anche il direttore generale del Dipartimento Salvatore Siviglia. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x