Ultimo aggiornamento alle 11:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

editoria

«L’Intelligenza artificiale non sostituisca il giornalismo»

Il sottosegretario Alberto Barachini: «Opportunità per l’editoria non alternativa al lavoro»

Pubblicato il: 20/07/2023 – 15:08
«L’Intelligenza artificiale non sostituisca il giornalismo»

ROMA «Credo che sia opportuno ragionare su cosa sia oggi l’Intelligenza artificiale e su cosa possa rappresentare nel futuro dell’editoria e dell’informazione. Sappiamo ancora troppo poco di quelle che potranno essere in futuro le dinamiche nell’ambito dell’informazione e dobbiamo, per questo, essere vigili». Lo ha dichiarato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Informazione e all’Editoria, Alberto Barachini, al centro “Esperienza Europa David Sassoli” di Roma in occasione della presentazione del libro “I (social) media che vorrei”, edito da Franco Angeli e curato dal professor Ruben Razzante. Un libro che raccoglie diversi saggi fra cui quello dello stesso Barachini.
«Sicuramente – ha osservato Barachini – l’intelligenza artificiale ha un grande futuro di sviluppo in ambito medico, biomedico e ingegneristico. Dobbiamo porci il problema di come si possa utilizzare nel campo dell’informazione. Io sono convinto che il finanziamento pubblico all’informazione serva ad aumentare le possibilità di sopravvivenza del settore nel futuro. Credo anche che ogni innovazione possa avere usi virtuosi e usi non virtuosi».
«Il nostro obiettivo – ha spiegato il sottosegretario del Governo Meloni – è quello di rendere l’utilizzo eventuale dell’intelligenza artificiale non sostitutivo del lavoro giornalistico, ma una opportunità per le realtà editoriali di migliorare la ricerca archivistica, di facilitare la produzione di news. Ovviamente resta e deve restare base del lavoro giornalistico la capacità umana di cercare e selezionare le notizie, di raccontare e filtrarle, gestendole con l’esperienza che solo la professionalità del giornalista garantisce».
«A settembre – ha annunciato l’esponente del Governo Meloni – apriremo un confronto con le organizzazioni sindacali che ne hanno fatto richiesta sull’utilizzo dell’Intelligenza artificiale nel settore dell’informazione e sulle conseguenze che l’Ia può avere rispetto al diritto d’autore e al copyright.
Su queste tematiche siamo direttamente coinvolti nel processo di confronto in ambito europeo sia sull’evoluzione della protezione del diritto d’autore, sia sull’uso dell’Intelligenza artificiale. Tutte queste tematiche saranno oggetto di prossime campagne di comunicazione curate dal dipartimento per l’Informazione e l’Editoria e tra queste la prima sarà quella rivolta a spiegare ai cittadini italiani le nuove norme contro la pirateria e per la protezione dei diritti audiovisivi. Nella convinzione che l’educazione e la formazione digitale siano cruciali per aumentare la necessaria consapevolezza sull’uso delle nuove tecnologie avvieremo anche collaborazioni con istituti specializzati e con le stesse piattaforme». (agenzia nova)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x