Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la decisione

‘Ndrangheta, “Athena”: la Spagna concede l’estradizione per Francesco Faillace

Il classe ’83 è coinvolto nelle operazioni “Gentleman 2” e “Athena”. Nella prima è stato scarcerato ad agosto 2023

Pubblicato il: 16/01/2024 – 17:53
‘Ndrangheta, “Athena”:  la Spagna concede l’estradizione per Francesco Faillace

CATANZARO La Dda di Catanzaro ha ottenuto l’estradizione, in Italia, di Francesco Faillace, classe ’83, considerato «esponente delle cosche di ‘ndrangheta della Sibaritide». La Corte nazionale spagnola, infatti, si è recentemente pronunciata contro il ricorso presentato dai legali di Faillace (oggi detenuto in un carcere italiano), con il quale chiedevano di sospendere la sua estradizione. Faillace, coinvolto nell’operazione denominata “Athena”, era stato arrestato lo scorso 5 giugno a La Nucia, in Spagna, al termine di un blitz portato a termine dalla polizia spagnola insieme agli agenti italiani e tedeschi. Faillace ad agosto era tornato in libertà. Il Tribunale del Riesame di Catanzaro aveva annullato l’ordinanza di custodia cautelare, emessa nei suoi confronti con conseguente revoca della misura applicata.

Così come ricostruito dalle autorità spagnole, il 41enne gestiva la pizzeria “Nduja” a Benidorm, nel territorio di Alicante, locale che avrebbe utilizzato come copertura per dare l’impressione di essere un cittadino “normale”. L’uomo, dopo l’arresto, era stato consegnato al Tribunale Nazionale per esaminare la sua estradizione sulla base di un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità italiane, mentre il suo avvocato – scrive bnnbreaking.com – aveva presentato ricorso in quanto il mandato non specificava che doveva esserci un’estradizione e che Faillace non aveva potuto rivolgersi a un avvocato italiano per un consiglio.  

Elemento di spicco della ‘ndrangheta

L’uomo è coinvolto anche nell’inchiesta della Distrettuale di Catanzaro denominata “Gentlemen 2”, il classe ‘83 è considerato «intraneo al sodalizio, uomo di fiducia di Pasquale Forastefano, al quale viene demandato il delicatissimo compito di trasportare il denaro necessario per l’importazione di ingenti quantitativi di stupefacente». (Gi. Cu.)

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x