Ultimo aggiornamento alle 10:47
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

SPAZZATOUR

Rifiuti abbandonati, pulire non basta: Ecologia Oggi acquista le foto trappole

Cosenza, entreranno in funzione a breve. Continuano le segnalazioni dei lettori: «Servirebbero più multe»

Pubblicato il: 21/02/2024 – 15:16
di Eugenio Furia
Rifiuti abbandonati, pulire non basta: Ecologia Oggi acquista le foto trappole

COSENZA Contro i furbetti della munnizza arrivano le foto trappole. Potrebbe essere una novità non da poco quella alle porte: Ecologia Oggi, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti, avrebbe infatti già acquistato gli strumenti grazie ai quali si potrebbe risalire a chi abbandona i sacchetti di spazzatura in orari, luoghi e con modalità in spregio alle regole (nella foto scattata stamattina in zona Autostazione: un esempio).
Lo scarso senso civico, unito a una certa sensazione di impunità – che proprio le foto trappole potrebbero inibire –, produce una combinazione letale: il nostro lettore M. G., insegnante, ci segnala che «la strada che unisce viale Parco e via Popilia, passando per ben 3 scuole grandi frequentate da migliaia di studenti» versa «in condizioni di sporcizia e di degrado» soprattutto nei «marciapiedi, proprio nel luogo dove ci si dovrebbe tenere di più. Invece si fanno stazionare giovani studenti in un porcile. Il cumulo di rifiuti speciali è lì almeno da due anni, cioè da quando insegno in una delle tre scuole».
«Poi – aggiunge il lettore – riguardo all’ultimo Spazzatour vorrei puntualizzare che quanto da voi riportato in via Caduti di via Fani è la pura normalità. Infatti, come succede per il gran numero di depositi analoghi, quando Ecologia Oggi interviene dopo poche ore tutto ritorna come prima. Segno che il miglioramento della pulizia serve ma non sembra la soluzione al problema. Strategia del comune ancora non pervenuta. Sottolineo che ho volutamente usato la parola miglioramento della pulizia perché la solerte Ecologia Oggi negli ultimi 2-3 anni non ha svolto il proprio dovere secondo il capitolato d’appalto vinto. Posso assicurare che per settimane non si spazzava dove si sarebbe dovuto spazzare 3 volte a settimana. E così tanti altri aspetti del loro lavoro… Solo da poco la situazione generale sembra che stia tornando alla normalità, sicuramente perché il Comune sta di più col fiato sul collo di Ecologia Oggi, che a mio avviso ha grandi colpe rispetto alla situazione che stiamo vivendo. Tutto è precipitato dopo l’ultima crisi dei rifiuti che ha colpito l’intera regione. Prima la situazione era molto migliore, anche se non perfetta. Da allora molti cittadini hanno perso la fiducia e si sono cristallizzati comportamenti sbagliati, che però nessuno ha minimamente scalfito. Provate per esempio a chiedere quante multe negli ultimi anni sono state elevate verso cittadini che abbandonavano rifiuti o condomini che non conferiva bene. La risposta è zero multe, purtroppo. Tutto tremendamente grave, ma vero».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x