Ultimo aggiornamento alle 19:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la nota

Riordino rete ospedaliera, Mammoliti: «Bene la rimodulazione, continueremo a vigilare»

Il consigliere regionale del Pd: «Ottima notizia la clausola di salvaguardia per gli ospedali di Tropea e Serra»

Pubblicato il: 03/05/2024 – 12:31
Riordino rete ospedaliera, Mammoliti: «Bene la rimodulazione, continueremo a vigilare»

VIBO VALENTIA «La recente rimodulazione del Piano di riordino della rete ospedaliera regionale che prevede l’inserimento di una clausola di salvaguardia a garanzia della permanenza dei presidi ospedalieri di Serra San Bruno e di Tropea, anche in epoca successiva alla costruzione del nuovo ospedale di Vibo Valentia, va accolta con favore e conferma, in pieno, la totale fondatezza delle preoccupazioni che, più volte, nei mesi scorsi, avevo manifestato in relazione al rischio di chiusura dei predetti nosocomi». Lo scrive il consigliere regionale del Partito Democratico Raffaele Mammoliti. «Tanta era stata la mia preoccupazione che, lo scorso mese di ottobre, avevo presentato un’apposita interrogazione al Presidente Occhiuto con la quale chiedevo di sapere per quale utile e valida ragione, nella parte del documento di cui al DCA n. 198 del 12 luglio 2023 dedicata ai “Nuovi Ospedali”, fosse stata inserita la norma che prevedeva l’assorbimento di tutti i posti letto in essere negli Ospedali di Serra San Bruno e di Tropea, destinati agli ammalati acuti, all’interno del nuovo Ospedale di Vibo Valentia, una volta realizzato. Al contempo, evidenziavo, come detta norma, comportando la perdita dei pochi reparti ancora funzionanti, avrebbe portato, inevitabilmente, alla chiusura dei presidi ospedalieri di Serra San Bruno e di Tropea. Grazie anche alla mia sollecitazione, oggi, finalmente, prendo atto che il Presidente Occhiuto e la Struttura commissariale che a lui fa capo hanno deciso di incominciare ad affrontare seriamente il difficile problema dell’organizzazione e della distribuzione della rete ospedaliera, anche se ancora ci pare di capire è un work in progress. Infatti, la clausola inserita nella nuova programmazione ospedaliera prevede una verifica ex post, nel senso che gli attuali presidi di Serra e Tropea saranno oggetto di una rivalutazione per comprendere il ruolo che potranno continuare a svolgere successivamente e compatibilmente con la realizzazione del nuovo ospedale. Nel frattempo, si apprezza il previsto incremento di posto letto di Tropea e Serra San Bruno. Continuerò, tuttavia, a vigilare affinché tali obiettivi vengano mantenuti anche dopo la chiusura della campagna elettorale, al fine di garantire alla rete ospedaliera vibonese quei necessari investimenti per un effettivo potenziamento».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x