Ultimo aggiornamento alle 11:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Covid, in Calabria pochi vaccini ma per Longo è «colpa dei medici che non aderiscono»

Il neo commissario della sanità calabrese ha parlato a “Radio Capital”: «Io non ho questi dati. Speriamo che l’adesione continui anche perché il vaccino è salutare»

Pubblicato il: 05/01/2021 – 20:12
Covid, in Calabria pochi vaccini ma per Longo è «colpa dei medici che non aderiscono»

ROMA Per il commissario della sanità calabrese, Guido Longo, in Calabria non c’è alcun problema o rallentamento nelle vaccinazioni anti-Covid. A “Radio Capital”, infatti, Longo ha provato a chiarire alcuni punti, gettando qualche ombra su altri. «A me non risulta vadano a rilento, si sta procedendo. C’è stato ovviamente bisogno di organizzarsi».
Secondo gli ultimi dati, però, la Calabria sarebbe all’ultimo posto per numero di vaccini somministrati (poco più di 700 pari al 5,4%) e, per Longo, i numeri così bassi sarebbero da ricondurre ad un’adesione “volontaria” al vaccino.  «C’è da dire che non è comunque obbligatorio – ha detto Longo – c’è stata un’adesione facoltativa del personale medico, è su basa volontaria». «Io comunque non ho questi dati ma, se è così, forse è perché non è obbligatorio». «Stiamo comunque procedendo, speriamo che l’adesione continui anche perché il vaccino è salutare, bisognerebbe che lo facessero tutti».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x