Ultimo aggiornamento alle 6:46
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

La vicenda

Cannabis come fertilizzante nel Ferrarese. Gip la restituisce al contadino

I carabinieri avevano sequestrato all’agricoltore 37 chili di canapa light a Tresigallo. Riconosciuto l’uso produttivo

Pubblicato il: 01/08/2022 – 19:42
Cannabis come fertilizzante nel Ferrarese. Gip la restituisce al contadino

FERRARA Il giudice restituisce 37 kg di cannabis light sequestrata dai carabinieri al contadino e archivia la sua posizione  segnando, spiega l’avvocato del coltivatore, un punto importante nella giurisprudenza in materia «perché risolve alcuni dubbi  sollevati da una giurisprudenza alterna e non del tutto chiariti dalla pronuncia a sezioni unite della Cassazione nel 2019».

La cannabis serviva  a fertilizzare il terreno

Il fatto accade a Tresigallo, in provincia di Ferrara, dove i carabinieri sequestrano all’agricoltore M.F. la grossa quantità di stupefacente.
Come si evince dalla richiesta e dal decreto di archiviazione letti dall’AGI, pm e gip accolgono la testi del suo difensore, Federico Bolognesi, che la cannabis light gli servisse non a scopi di commercializzazione ma per fertilizzare i suoi terreni nell’ambito della pratica agronomica del sovescio.

Il legale: «C’è tanta indignazione tra i contadini» 

«La pronuncia della Cassazione a sezioni unite del 2019 – afferma Bolognesi – ha segnato una svolta negativa per i contadini proibendo il commercio della cannabis light. Dagli atti dell’indagine risulta che i carabinieri di Migliarino avrebbero voluto comunque distruggerla ma la magistratura ha deciso di restituirgliela. Le polemiche dei coltivatori sono frequenti ed è tanta  l’indignazione di coloro che si vedono sequestrare e distruggere prodotti legittimamente coltivati se si pensa che, girando l’angolo, si possono trovare indisturbati i rivenditori. L’archiviazione potrebbe risultare fondamentale per questi agricoltori considerando che risolve alcuni dubbi posti dalla Cassazione in senso favorevole a chi coltiva».
La vicenda del contadino «dice chiaramente che se un contadino coltiva semi certificati e non mette in commercio la cannabis light è sicuramente esente dal sequestro, qualsiasi quantitativo abbia prodotto». 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x