Ultimo aggiornamento alle 12:40
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

Violazione dei diritti umani, Israele vieta l’ingresso dell’inviata italiana dell’Onu

La decisione dopo un’intervista di Francesca Albanese su Le Monde

Pubblicato il: 12/02/2024 – 19:20
Violazione dei diritti umani, Israele vieta l’ingresso dell’inviata italiana dell’Onu

TEL AVIV Israele ha deciso di negare l’ingresso nel Paese a Francesca Albanese, inviata del consiglio dei diritti umani dell’Onu. La decisione, hanno fatto sapere i ministri degli Esteri e degli Interni, è legata «alle sue oltreraggiosi affermazioni che ‘le vittime del massacro del 7 ottobre non sono state uccise per la loro ebraicità ma in risposta all’oppressione israeliana».
Rispondendo due giorni fa ad un post di Le Monde, Albanese ha scritto: «Il “più grande massacro antisemita del nostro secolo”? No, signor Emmanuel Macron. Le vittime del 7/10 non sono state uccise a causa del loro giudaismo, ma in risposta all’oppressione di Israele . La Francia e la comunità internazionale non hanno fatto nulla per impedirlo. I miei rispettivi alle vittime».

Albanese: «Il divieto di Israele non è una novità»

«Il divieto di ingresso da parte di Israele non è una novità. Israele ha negato l’ingresso a tutti i Relatori Speciali/OPt dal 2008! Ciò non deve diventare una distrazione dalle atrocità di Israele a Gaza, che stanno raggiungendo un nuovo livello di orrore con il bombardamento di persone nelle ‘aree sicure’ di Rafah». Lo scrive su X Francesca Albanese, relatrice speciale dell’Onu per i Territori palestinesi in risposta alla decisione di Israele di negarle l’ingresso nel Paese.

Il Corriere della Calabria è anche su Whatsapp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x