Ultimo aggiornamento alle 7:36
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’analisi

Ricerca sul cancro, in Italia 183 centri di qualità. Ma restano tanti “nodi”

Un’indagine rileva che mancano risorse e personale e solo il 20% degli studi è non profit

Pubblicato il: 18/03/2024 – 18:52
Ricerca sul cancro, in Italia 183 centri di qualità. Ma restano tanti “nodi”

ROMA «Sono 183 i Centri che conducono ricerche cliniche in oncologia in Italia censiti dal volume, presentato nei giorni scorsi al Ministero della Salute. Quasi il 50% si trova al Nord (90), il resto al Centro (44) e al Sud (49)». Lo scrive il “Corriere della Sera” citando l’”Annuario dei Centri di Ricerca Oncologica in Italia”, promosso dalla Ficog (Federation of Italian Cooperative Oncology Groups) e dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom), un vero e proprio censimento delle strutture che conducono sperimentazioni sui tumori. Secondo quanto emerge dallo studio «circa un terzo delle strutture (36%, pari a 66 Centri) svolge più di 20 sperimentazioni all’anno, il 12% oltre 60. La qualità degli studi è garantita anche dalla presenza, nel 72% dei casi, di procedure operative standard (SOP, Standard Operating Procedure), cioè checklist che consentono di produrre risultati di alto livello. Resta però il nodo, ancora irrisolto, della mancanza di risorse e personale: il 68% (124 Centri) è privo di un bioinformatico e il 49% (89) non può contare sul supporto statistico. Devono essere strutturate – si legge ancora sul “Corriere della Sera” – figure professionali indispensabili, come i coordinatori di ricerca clinica (data manager), gli infermieri di ricerca, i biostatistici, gli esperti in revisione di budget e contratti. E la digitalizzazione, che consente di velocizzare e semplificare i trial, è ancora scarsa: solo il 43% utilizza un sistema di elaborazione di dati e il 37% una cartella clinica elettronica. Serve un cambio di passo per sostenere la ricerca accademica anche perché, oggi in Italia, solo il 20% degli studi sulle nuove molecole contro il cancro è non profit (il restante 80% è portato avanti dall’industria farmaceutica)».

Il Corriere della Calabria è anche su WhatsApp. Basta cliccare qui per iscriverti al canale ed essere sempre aggiornato

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x